Antonio Ferrara – Guido Sgardoli, Nemmeno un giorno

Leon è un tredicenne adottato. Da piccolo è stato separato da suo padre, Jan e da sua sorella, Ewa; da allora se ne occupano Anna e Sergio, due genitori gentili, accoglienti e senza problemi economici. Un giorno però Leon prende l’Audi 3000 di Sergio e scappa, scappa verso ciò che lui ritiene la sua casa: lascia che il suo cuore lo porti dalla sua famiglia. Perchè una famiglia non è solo mamma, papà, figli, non è solo un documento che determina i tuoi genitori, ma la famiglia è l’unione, il potersi aiutare a vicenda, è poter comprendere ogni membro e saper sopportarlo nei momenti difficili; e questo nessun foglio burocratico può farlo, nessun inchiostro; solo il cuore ne è capace. Chi ascolta il cuore è coraggioso, molto, perché rischia tutto quello che ha per un risultato incerto, ma sa che ne vale la pena e almeno ci prova! Chi rischia vive, vive la realtà, perchè ha il coraggio di affrontarla. E Leon è VIVO, più che mai!

Abba Di Gregorio

1 comment

  1. Ludovica

    Un libro stupendo che mostra i valori di una vera famiglia, che non è per forza quella biologica. La famiglia è quella che ti accoglie, ti ama e che ti amerà sempre e comunque. Ringrazio gli scrittori di aver scritto questo fantastico romanzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.