Guido Sgardoli, The Stone. La settima pietra

 Troppe cose stavano succedendo a Levermoir. Apparentemente inspiegabili, scollegate le une dalle altre. Forse.

 La prima fu la morte di Annir Walsh,  la madre di Liam, una morte misteriosa, strana: da tutti creduta un suicidio e messa da parte. Anche Liam stesso inizialmente lo pensava.  Fino al momento in cui, poco tempo dopo, muore in circostanze ancora più strane il farista dell’isola, il signor Corry. Da qui ha inizio una serie di incidenti, crimini continui e morti sempre più misteriose, tanto da richiedere l’aiuto della polizia.  Ma nessuno veramente sa, nonostante tutti si conoscano, cosa l’isola stia tramando per loro. Solo Liam, insieme ai suoi amici, inizia a trovare strani collegamenti tra alcune pietre, di varie dimensioni, con un potere oscuro, potente: su ogni pietra ci sono strane incisioni, tutte uguali. In poco tempo Liam scopre  che queste pietre hanno una propria volontà e vogliono potersi riunire. Forse un’antica maledizione si sta abbattendo sull’isola sui suoi abitanti oppure sono solo una serie di eventi casuali, come del resto ne sono accaduti anche in passato. Presto Liam si troverà immerso in un mare di segreti e di bugie, cercando di rimanere a galla per poter risolvere due grandi enigmi: il destino di Levermoir e il suo stesso destino.

Una storia avvincente e appassionante, in grado di trattenere il lettore tra le sue righe nel desiderio di raggiungere l’ultimo capitolo. Interessante il particolare cambio di narrazione che, a mio parere, offre al lettore un breve distacco dal protagonista Liam. Nonostante la lunghezza del libro, il testo scorre veramente bene. The stone è uno dei libri più belli che abbia mai letto.

Andrea Lazzerini Carri

Guido Sgardoli, The stone. La settima pietra, Piemme 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.