Katherine Rundell, Capriole sotto il temporale

L’automobile prese velocità e si lasciò alle spalle la fattoria, alla luminosa infanzia di Will e l’unico modo di vivere che lei avesse mai conosciuto.

Wilhelmina, più frequentemente chiamata Will, è una ragazzina piena di energia, vive nella fattoria di Mr. Browne con suo padre William in Zimbabwe. Conduce una vita piena di divertimento con il suo amico Simon e il suo cavallo Shumba, mangia con le mani e passa le giornate a fare lunghe cavalcate per i campi della fattoria. Suo padre è una figura insostituibile nella sua vita, infatti dopo la perdita della madre a causa di una malattia, il loro legame si è rafforzato sempre di più, e nonostante suo padre lavori spesso il tempo che passano insieme ha sempre un valore unico.


Un giorno Mr.Browne porta alla fattoria la sua nuova fidanzata che a Will non piace affatto e fu proprio lei che tenta di curare William quando purtroppo si ammala, della stessa malattia della madre di Will e inizia a stare sempre peggio, finché un giorno muore lasciando dentro Will un vuoto incolmabile. Dopo la morte Will viene affidata a Mr. Browne che nel frattempo si è sposato e sua moglie decide che Will non deve più stare lì e la iscrive in una scuola femminile a Londra; Will a malincuore è costretta a partire abbandonando tutti i suoi amici: Simon, Shumba e la sua vita da selvaggia.
Una volta arrivata nella nuova scuola non riesce ad ambientarsi, viene presa in giro per il suo modo di parlare e per il suo modo di vestire, molto diverso da quello delle sue compagne, allora decide di scappare e inizia a vagare per Londra cercando un modo per tornare a casa.


Questo libro mi è piaciuto molto perché mi ha fatto capire quanto è difficile ambientarsi in luoghi diversi da quelli abituali, senza essere giudicati negativamente e senza rinunciare alle proprie radici.

Giulia Menichetti

Katherine Rundell, Capriole sotto il temporale, traduzione di Mara Pace, Rizzoli, 2018, pp.272, €15

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.