L’incipit della settimana: Dave Eggers, La porta di mezzanotte

Capitolo UNO

Gran non voleva trasferirsi a Carosello.

 

Capitolo DUE

Ma i suoi genitori non avevano molta scelta. Suo padre faceva il meccanico e da anni non aveva un lavoro regolare, Gran non sapeva perché. Sua madre aveva avuto un brutto incidente quando Gran era piccolo e adesso era su una sedia a rotelle. I genitori non gli avevano mai spiegato esattamente cosa fosse successo, e Gran non se la sentiva di fare domande. Dopo un po’, quando la gente gli chiedeva della situazione di sua mamma, lui diceva soltanto: «È nata così». Era la via d’uscita più facile da quelle conversazioni. Però si ricordava di quando camminava. Si ricordava che una volta lavorava come artigiana nei musei, faceva apparire realistici gli animali in esposizione. Aveva un ricordo nebuloso di se stesso in piedi in mezzo a una savana africana mentre lei ritoccava i baffi di un ghepardo. Tutto questo prima della sedia a rotelle.

 

Dave Eggers, La porta di mezzanotte, traduzione di Fabio Paracchini, illustrazioni di Aaron Renier, Mondadori, 2018, pp. 352, €18

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.