L’incipit della settimana: Michael Morpurgo, Ascolta la luna

Erano a pesca di sgombri quel giorno. Era venerdì e a Mary piaceva preparare sgombri per cena il venerdì. Ma Alfie e suo padre Jim sapevano di poter dire addio alla cena se non le avessero portato sgombri sufficienti a preparare un pasto decente per tutti e quattro. Alfie e suo padre avevano un appetito prodigioso, cosa che a sua madre piaceva allo stesso tempo criticare e soddisfare. «Siete un pozzo senza fondo, voi due» diceva Mary in aperta ammirazione, mentre li guardava divorare per l’ennesima volta gli sgombri che aveva messo loro nel piatto, tre per ciascuno, se la pesca era andata bene. C’era anche lo zio Billy da sfamare. Viveva per conto suo a Green Bay, in un capanno per le barche, perché a lui andava così. Era dall’altra parte del campo rispetto alla loro fattoria, Veronica Farm, ad appena un tiro di sasso. Mary gli portava la cena 10 tutte le sere, ma, a differenza di Alfie, lo zio Billy avrebbe avuto di sicuro da ridire alla vista degli sgombri. “Mi piace il granchio” avrebbe detto. Se Mary, però, gli avesse portato il granchio, allora la sua frase sarebbe stata: “Dove sono i miei sgombri?” Sapeva essere un bel bastian contrario lo zio Billy, un vero bastian contrario. Del resto, lo zio Billy era fatto a modo suo. Era diverso dagli altri, diverso da chiunque. Come Mary diceva spesso, era quello a renderlo speciale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.