Lorenza Ghinelli, Anche gli alberi bruciano

E’ incredibile come a volte basti soltanto un secondo a cambiarci la vita.

“Poteva andare diversamente.”

“Bastava poco e ce l’avrei fatta.”

Beh, quel giorno Michele decise di saltare la lezione di judo e rientrare a casa  prima del previsto. Sorprende il padre, professore universitario,  e una sua studentessa sul divano.

La sua vita cambia drasticamente. La madre di Michele viene a sapere del tradimento del marito e non vuole sentire ragioni.

L’unica persona di cui Michele si fida ciecamente è il nonno che purtroppo è in uno stadio di Alzheimer ormai avanzato.

Michele sente di non appartenere più alla sua regolare routine. E’ sconvolto, fuori di sé. Si avvicina a Vera, una sua compagna classe, una ragazza molto introversa ma che entra in contatto con Michele e sembra capire davvero la situazione emotiva del ragazzo. Il tradimento è la goccia che fa traboccare il vaso e il padre di Michele per rimettere a posto la sua vita, propone alla famiglia il trasferimento in America e quello del nonno in una casa di riposo.

Michele è furioso. Non accetta il tradimento, non accetta l’imminente trasferimento famigliare oltreoceano e la reazione consenziente della madre.

E nel momento più critico della sua vita prende la ferma decisione di cambiare la sua vita a fianco di Vera.

 

Cos’è un secondo? Un lasso di tempo relativamente breve, quasi niente.

Eppure a Michele sarebbe bastato pensare un misero secondo in più per non cambiare la sua vita.

Margherita Romiti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *