Margherita Oggero, L’amico di Mizù

Bambino e Mizu’. Lorenzo e Clara. Un bottone.
Ecco gli elementi di questa strana e particolare storia.

Un uomo di quarant’anni, con un carattere da bambino. E’, Bambino. Grande amico di Lorenzo e Clara, due ragazzi dotati di una grande furbizia. Un leone. Mizu’. Che custodisce un prezioso biglietto.

Tanti soldi. Un omicidio. Un colpevole da trovare, da scovare… ma come?

Questo libro, al contrario di quello che tutti dicono, secondo me non è poi cosi male. Certo, e’ sicuramente destinato a dei lettori piu’ giovani, ma non per questo deve essere brutto. L’unica cosa che non mi e’ piaciuta e’ la fine, che ho trovato molto deludente. Lo consiglio a tutti, ma sopratutto alle persone pigre, a cui la lettura non interessa particolarmente, perché  grazie alle sue poche pagine e al carattere grande usato in questa edizione, si legge tranquillamente in cinque minuti.

Alma Rinaldi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.