Yves Grevet, Méto – La casa

Fin dalle prime righe l’atmosfera di questo romanzo appare molto strana e misteriosa, quasi inquietante. Ci troviamo su un’isola deserta, in una grande casa dove sessantaquattro ragazzi vengono sottoposti ad un rigido metodo di educazione. Sono divisi in gruppi per…

I lettori ci scrivono: Chiara

Oggi qualcunoconcuicorrere.org pubblica un contributo pervenutoci da Chiara Raffaele, una lettrice che ringraziamo dell’attenzione verso di noi e che invitiamo a continuare a leggerci. Buon Natale, Chiara!       “L’amico ritrovato” è un romanzo breve, con elementi autobiografici, scritto…

Ally Condie, Crossed

Sono lontana, lontana da tutti: da Ky, Xander e dalla mia famiglia. Sono dentro ad una gola dell’Intaglio insieme alla mia compagna Indie, che ho conosciuto nel campo di lavoro di una delle province esterne. Il fiume è avvelenato ed…

John Boyne, Resta dove sei e poi vai

Alfie Summerfield ha cinque anni, e il suo mondo è Damley Road, una tranquilla strada di Londra in cui tutti si conoscono. Il giorno del suo quinto compleanno cade il 28 giugno 1914, la data del famigerato assassinio dell’arciduca Francesco…

Stephen Chbosky, Noi siamo infinito (Ragazzo da parete)

Charlie è un ragazzo strano, con mille pensieri per la testa, tra cui Sam, la sorella di Patrick. Charlie racchiude tutta la sua vita da sedicenne nelle lettere per il suo amico defunto Michael. Scoprirà mondi nuovi grazie a Patrick…

L’evoluzione di Calpurnia recensito in rima

    Questi elogi esagerati io li trovo un poco sbagliati ma non è brutto, si legge bene e io lo descrivo come mi viene: TEXAS IN ESTATE PERSONE ACCALDATE UN NONNO, UNA BAMBINA ED UNA CANTINA UN TACCUINO, UN…

Anthony Horowitz, Cocco di nonna

Vi é mai capitato di notare qualcosa di strano nella dolce e calma presenza della vostra nonnina? A Joe (un dodicenne figlio di due ricchi americani che tendono a non accorgersi di lui) sì : anche lui inizialmente credeva che…

David Grossman, Qualcuno con cui correre

Non ho alcuna difficoltà nel presentare il libro che finora ho preferito: “Qualcuno con cui correre” del noto giornalista nonché scrittore che apprezzo di più, David Grossman. Non mi è stato facile recensire il libro, poiché mi è risultato assai…

Francesco Piccolo, Momenti di trascurabile felicità

Capita qualche volta di sentirsi felici, per un secondo ma felici, capita di sentire quel calore nel corpo, quella calma – mentre fuori succede il caos –  che ti dice: ora sei felice, finalmente felice. Ma capita, questa felicità, in…

Shane Peacock, L’occhio del corvo

Sherlock riesce a vedere tutto l’omicidio. Scendendo un picchiata dal cielo scuro di quella notte, atterra sul cornicione del palazzo di Old Yard Street, appena fuori dal quartiere di Whitechapel. Si rassetta le sue penne oleose da corvo e poi…

Patrick Ness, Sette minuti dopo la mezzanotte

1, 2, 3 aspetto pazientemente che rintocchi anche il settimo minuto, tanto so che arriverà 4, 5, 6, 7: eccolo, puntuale come sempre. Il suo corpo pesante pare sprofondare nel pavimento. E’ grande, grosso e terribile ma non mi spaventa….

Khaled Hosseini, Il cacciatore di aquiloni

“Come potevo essere un libro aperto per lui, mentre io, in genere, non avevo idea di quali pensieri gli passassero per la testa? Eppure ero io quello che andava a scuola, che sapeva leggere e scrivere. Ero io il più…

Marcello D’Orta, Io speriamo che me la cavo

Il libro mostra sessanta temi di bambini napoletani. Perché il maestro di questa classe elementare ha voluto raccogliere sessanta temi dei suoi alunni? Un motivo evidentemente c’è, eccome. E credo, anch’io, che valga la pena di conoscere quei temi e…