Stephanie Garber, Caraval

“Qualsiasi cosa tu abbia sentito raccontare di Caraval non è paragonabile alla realtà. È molto più di un semplice gioco o spettacolo. È quanto di più vicino alla magia esista in questo mondo.”

Questo è quello che viene detto a Rossella fin da bambina. Partecipare a  Caraval è sempre stato il suo sogno ma, da quando il padre ha cominciato a picchiare lei e sua sorella Donatella, non ci spera più. Il suo obbiettivo è diventato quello di proteggere se stessa e sua sorella in tutti i modi possibili.
“c’è più nella vita che stare al sicuro” le ripete sempre Donatella, mentre Rossella cerca di sfuggire al padre, fallendo.
Pochi giorni prima del matrimonio di Rossella, che dovrebbe mettere le sorelle al sicuro, un’altra possibilità di andarsene si presenta chiaramente davanti ad entrambe: i biglietti per Caraval, inviati direttamente da Mastro Legend, il direttore dello spettacolo.
Appena arrivata a Caraval però Donatella viene rapita e Rossella impiega poco tempo per capire che l’obbiettivo del gioco è ritrovare sua sorella. Per farlo ha a disposizione cinque notti, cinque notti in cui si realizza un’avventura a cui non manca nulla, piena di misteri, magia, amore, suspense e colpi di scena, che ti coinvolge dall’inizio alla fine.
Caraval è il primo romanzo di una serie che consiglio assolutamente.
“Benvenuti a Caraval! Il più grande spettacolo della terra e del mare. Al sul interno vedrete più meraviglie di quelle che la maggior parte delle gente vede in una vita intera. Potrete sorseggiare magia da una razza e comprare sogni in bottiglia. Ma prima d’immergervi nel nostro mondo dovrete ricordarvi che è tutto un gioco”
Giada Niccolai
Stephanie Garber, Caraval, traduzione di Maria Concetta Scotto Di Santillo, Rizzoli, 2018, pp.432, €18.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.