Un incipit al giorno: Paul Dowswell, Auslander

Piotr Bruck tremava di freddo. Insieme a una ventina di ragazzini, nudi come lui, era in attesa nel lungo corridoio spazzato da correnti di aria gelida. I suoi vestiti erano un fagotto disordinato, e se li teneva stretti al petto, in cerca di calore. Il cielo di piena estate era ingombro di nuvole, la pioggia non aveva dato tregua fin dall’alba. Il bambino davanti a lui aveva la pelle d’oca; Piotr la notò sulle spalle ossute. anche quel bambino tremava, forse era il freddo, o forse la paura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.