Viviana Mazza, Storia di Malala

Malala ha solo undici anni, ma trova il coraggio di fare ciò che molti temono anche solo ipotizzare. Dice “No”. Dice no ad un regime che come fondamenta ha il terrore e come mattoni la violenza. Dice no a tutte le sottrazioni dei diritti delle donne. Dice no al divieto sulla sua istruzione. Dice di no alla paura, mettendosi da sola davanti a un regime che ormai distruggeva il suo paese. Non imbraccia fucili o armi di nessun tipo, non minaccia con bombe. Ha tra le braccia parole di pace e uguaglianza, parole che parlano di diritto all’istruzione, equità, libertà. Niente e nessuno può fermare la giovane Malala perché il muro della paura non le si pone davanti, nemmeno l’attentato degli occupanti talebani riesce a scoraggiare l’eroina. Ma come fa una giovane ragazzina a trovare il coraggio di porsi davanti ad un esercito? Possiamo trovare risposta a questa domanda nel libro di Viviana Mazza, “storia di Malala”, dove vediamo la metamorfosi della giovane ragazza pakistana da una ragazza come tante altre a un’icona a livello mondiale. Una storia che parla di speranza, paura, violenza e coraggio.

 

Francesco Amodio

 

Storia di Malala, Mondadori, 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.