Monthly Archives: luglio 2015

Elsa Morante, L’isola di Arturo

Arturo Gerace è un ragazzino orfano di madre che vive a Procida. Passa la maggior parte del suo tempo a programmare i viaggi che farà con suo padre. Il padre, Wilhelm Gerace, molto spesso lascia l’isola per dedicarsi ai suoi…

Oscar Wilde, Il ritratto di Dorian Gray

I quadri stanno lì,fermi, inerti, impassibili. I soggetti non sono sottoposti a variazioni derivate dal passare del tempo. Sarebbe dunque bello poter immortalare la propria bellezza giovanile in un quadro, e fargli subire i cambiamenti che il tempo ci infligge….

Roberto Vecchioni, Il libraio di Selinunte

Selinunte era un piccolo paesino, dove tutti si conoscevano. Per questo tutti notarono l’arrivo di uno sconosciuto. Un signore assai anziano che stava sistemando una bottega che aveva tutta l’aria di essere una libreria. Una libreria blu, con tutti i…

Un incipit al giorno: Graham Marks, Tokyo

Nel sogno di Adam aveva iniziato a squillare un telefono. Era un rumore insistente, lontano e fastidioso, che innervosiva e spazientiva l’Adam del sogno, e lo rendeva nervoso perché il ragazzo sapeva che avrebbe dovuto fare qualcosa, ma non ci…

R. J. Palacio, Il libro di Julian

Julian arriva alla scuola media Beecher Prep con una vita che gli sorride. Ha molti amici e una routine tranquilla e senza problemi, ma questo equilibrio viene improvvisamente interrotto con l’arrivo del nuovo ragazzo, August. Il vero problema non è,…

Murakami Haruki, A sud del confine, a ovest del sole

Ciò che mi ha platonicamente fatta innamorare di Murakami Haruki consiste non solo nella sua accurata scelta di storie inusuali e accattivanti, la cui intimità e raffinata delicatezza rasentano quasi l’incredibile, ma anche e oserei dire soprattutto la sua scrittura…

Un incipit al giorno: Adi Alsaid, Via con te

Hudson riusciva a sentire il motore dell’auto da alcuni isolati di distanza. Uscì dall’autofficina e chiuse gli occhi, in ascolto, distinguendo i suoni uno a uno, così che ancora prima di aprire il cofano avrebbe saputo esattamente quello che c’era…

Francis Scott Fitzgerald, Il grande Gatsby

《È questa casa enorme?》esclamò lei indicandola. 《Ti piace?》 《È splendida, ma come fai a viverci da solo?》 《La tengo sempre piena di gente interessante, notte e giorno. Gente che fa cose interessanti. Gente celebre.》 Gente da  ogni parte andava alle…

Antonio Ferrara, Ero cattivo

C’è chi insegna guidando gli altri come cavalli passo per passo: forse c’è chi si sente soddisfatto così guidato. C’è chi insegna lodando quanto trova di buono e divertendo: c’è pure chi si sente soddisfatto essendo incoraggiato. C’è chi educa,…