Monthly Archives: dicembre 2015

Alessandro Baricco, Novecento

Sul Virginian, il transatlantico che congiunge le coste americane e quelle europee, nel primo anno dello scorso secolo, viene ritrovato Danny Boodmann T.D. Novecento, ancora neonato, in una scatola di cartone. Sulla nave, sotto la protezione e la cura dei…

Jaco Van Dormael, Dio esiste e vive a Bruxelles

Dio esiste e vive a Bruxelles, governa il mondo con una sigaretta sempre accesa tra le labbra e un computer vecchio stampo, sul quale lavora tutto il giorno sfogando la propria ira contro gli uomini. Dio è sposato ad una…

L’incipit della settimana: Kim Slater, Smart

Sembrava proprio un mucchio di stracci che galleggiavano sull’acqua. Jean era seduta sulla panchina con la targa d’ottone. C’è scritto: In memoria di Norman Reeves, che qui ha trascorso molte ore felici. La targa vuol dire che Norman Reeves è…

Kristina Ohlsson, Bambini di cristallo

Billie è una bambina svedese che, dopo la morte di suo padre, si trasferisce insieme a sua madre in una vecchia casa sgradevole e con qualcosa di veramente strano. Nonostante si sia trasferita malvolentieri, riesce a fare amicizia con Aladdin,…

Jonathan Coe, La casa del sonno

Ho sempre adorato le coincidenze e gli imprevisti della vita, il famoso “caso”, il destino di ogni essere umano, il chiedersi costantemente: “Come sarò tra 10 anni? E tra 30? Cosa farò nella mia vita? Le persone che oggi mi…

L’incipit della settimana: Sally Gardner, Tinder

Una volta, in tempo di guerra, quando ero un soldato dell’Esercito Imperiale, vidi la Morte camminare. Portava sul teschio una corona avvizzita fatta di ossa e biancospino fresco attorcigliato. Intorno allo scheletro si era avvolta un mantello d’oro lacero, e…