Paul Dowswell, L’ultima alba di guerra

Tre ragazzi. Eddie, americano. Axel, tedesco. Will, inglese. Tutti e tre giovani e soldati. Una giornata. Unica. Indimenticabile. L’ultima della prima guerra mondiale. Ognuno di loro ha una famiglia, una vita, una ragazza che l’aspetta, ma nessuno sa quando potranno riavere queste cose. Forse mai. Per il momento bisognava solo non morire, restare in vita. L’importanza di questo obbiettivo, sempre stato presente, aumenta quando i nostri tre eroi scoprono che quel giorno, che sembrava uguale agli altri, è l’ultimo della sua specie. E poi, quando tutto finì, i tre nemici e coetanei si incontrano e in un certo senso si ritrovano, per aiutarsi e diverntare grandi amici. Amici che ormai nemmeno la guerra avrebbe potuto separare.

Geniale e realistico. E perlopiù realistico.

A.R.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.